Il fisioterapista: l’uomo in più in campo

Consigli utili del Dott. Valerio Leo

Ci troviamo oggi in compagnia del Dottor Valerio Leo, laureto in fisioterapia presso “La Sapienza” di Roma.
Faremo delle domande inerenti alla sua professione, riguardo l’importanza della fisioterapia in ambito sportivo.

Fisioterapia sportivaCiao Valerio com’è nata la tua passione per questo lavoro?
Mi sono avvicinato al mondo della fisioterapia sportiva già da studente iniziando una collaborazione con la FC Circeo, squadra del mio paese e questo mi ha portato a proseguire gli studi in tale ambito frequentando corsi monotematici ed effettuato ricerche scientifiche mirate.

Domanda banale ma non chiara a tutti: perché un calciatore dovrebbe affidarsi ad un fisioterapista qualificato e non al primo che capita, cosa molto frequente in ambito dilettantistico?
Perché il calcio come qualsiasi gesto atletico porta il corpo umano a superare i propri limiti, di conseguenza la struttura muscolo scheletrica è sottoposta ad uno sforzo maggiore rispetto l’ uso quotidiano per cui è stata concepita. Tutto questo si traduce in traumi frequenti spesso non visibili facilmente dall’atleta stesso, ma che con il protrarsi del tempo possono compromettere, soprattutto nel calcio dilettantistico, la carriera sportiva.

Purtroppo viviamo in un’epoca in cui dopo un inutile corso online, ci si improvvisa professionisti, provocando nell’atleta, che si affida a mani inesperte, danni considerevoli. Basti pensare che per conseguire una laurea in fisioterapia occorrono tre anni di studi con materie scientifiche in ambito medico sanitario più una formazione post laurea adeguata ed importante.

Una curiosità e chiudiamo: è giusto rivolgersi al fisioterapista solo dopo un infortunio o hai un consiglio da darci?
Si ho un buon consiglio da darvi. Non rivolgetevi a noi solo dopo un infortunio, perché specialmente in ambito sportivo la fisioterapia deve essere uno strumento di prevenzione ed educazione per mantenere una corretta forma fisica dell’atleta e prevenire l’infortunio prima che si verifichi.

Di Thomas De Bellis

Potrebbe interessarti anche

Condividi