Circe, il consorzio per la promozione turistica del litorale pontino

A novembre 2016 il bando per la creazione del logo e il 26 maggio scorso la firma l’atto costitutivo del Consorzio turistico “Circe”.

Il consorzio nasce per coordinare la promozione turistica di cinque località costiere del Lazio: Latina, Sabaudia, San Felice Circeo, Terracina e Ponza.

Consorzio turistico "Circe"

In Italia sono presenti diversi casi, di grande successo, in cui più realtà turistiche si sono associate, per ampliare l’offerta turistica e i servizi disponibili creandone una nuova, più forte e completa.

Raggruppare e promuovere, attraverso un canale unificato, cinque diverse località permette di offrire al turista una variegata serie di esperienze, attraverso un’identità unica.

Quando le differenze diventano una risorsa

Il mare, il sole, il profilo del promontorio del Circeo e pochi altri sono i tratti che accomunano le località incluse nel consorzio. Un’area, quella del litorale pontino, tra le più variegate; già a partire dalla storia, dalla cultura, fino ad arrivare ai paesaggi. Tutte queste differenze diventano una ricchezza, perché permettono di offrire al turista una vasta gamma di prodotti ed esperienze, in un raggio di pochissimi chilometri.

Non solo territorio

Il consorzio non si limiterà a promuovere il paesaggio, ma tra i suoi obiettivi ci sono:

  • l’organizzazione di eventi e manifestazioni turistiche, culturali, musicali, ricreative e sportive in tutta l’area
  • la promozione dei beni storici e artistici
  • la promozione dei prodotti tipici e delle tradizioni enogastronomiche
  • razionalizzazione e risparmio dei costi
  • creare un’identità unica, facilmente riconoscibile
  • coordinare le attività delle singole Pro Loco

L’importanza del marchio

L’utilizzo di un marchio contribuisce a rendere riconoscibile tutta l’area geografica del litorale pontino. Il logo del consorzio turistico Circe rappresenta l’offerta turistica, sociale e culturale di tutto il litorale ed è sinonimo di garanzia e qualità.

Creare un’identità comune vuole dire ridurre quella segmentazione del territorio, che, ad oggi, non può che limitarne le potenzialità.

Potrebbe interessarti anche